Come difendere la fede senza alzare la voce

CVI Notizie

Public Speaking Program: come parlare in pubblico

cvi_psp

di Martina Pastorelli [09.01.2017]

Il nostro 2017 comincia con una novità: il Public Speaking Program (PSP), con cui debuttiamo a Verona tra fine gennaio e inizio febbraio. Il PSP è un nuovo capitolo nella (giovane) storia di Catholic Voices Italia, e un altro modo con cui rispondiamo alla chiamata alla Nuova Evangelizzazione nonché alla sfida, complessa, che essa rappresenta in una società fortemente secolarizzata.

Il nostro obiettivo è equipaggiare i cattolici perché – in questo contesto apparentemente disinteressato se non apertamente ostile alla Chiesa – sappiano condividere i contenuti della propria fede quando parlano in pubblico. Qualcosa che accade a tutti noi, ogni giorno: parlare in pubblico infatti non comporta necessariamente parlare da un palco a una platea: anche trovarsi davanti a un gruppetto di persone mentre tutte le teste si girano e aspettano di sentire cosa abbiamo da dire sul tema che sta dividendo la pubblica opinione, è una sfida. E un’opportunità. Una straordinaria opportunità alla portata di tutti. A patto di capire alcune cose. Che questo corso si propone appunto di spiegare.

L’appuntamento è per il 28 gennaio e il 4 e 11 febbraio a Verona: condivideremo teoria e soprattutto tanta pratica su come rappresentare in maniera convincente – e attraente – i valori cristiani, su tutta una serie di argomenti spesso divisivi.

Per maggiori informazioni scriveteci a : info@catholicvoicesitalia.it.

Appunti di viaggio dalla nostra “voce” alla GMG 2016.

GMG2016

di Matteo Maria Giordano [03.08.2016]

Quello che sto vivendo in questi giorni in Polonia è difficile da spiegare a parole.
Qualcuno dice che è solo l’entusiasmo del grande evento, ma non è e non può essere così: qui si respira il volto giovane di una Chiesa viva…qui si respira che Dio vive attraverso suo figlio Gesù, presente in mezzo a noi.
Chi afferma che i giovani giunti a Cracovia siano i tipici nerd “da parrocchia” non li ha visti veramente, non li ha guardati negli occhi, non ha incrociato i loro sorrisi, i loro canti improvvisati sui treni e in mezzo alle strade, la loro bellezza, il loro coraggio, la loro voglia di un futuro e di un mondo migliore. I giovani della GMG hanno orecchini e piercing, tatuaggi e smartphone sempre accesi come tutti i giovani del mondo e hanno una allegria che supera ogni fatica. Perché la GMG ti toglie tante cose: la privacy, il cibo, l’acqua calda per lavarti, un letto comodo. Ma te ne da una fondamentale: ti riporta all’essenzialità, perché solo lì puoi incontrare Dio e provare una gioia unica e grande.
E al Campus Misericordiae, qualche giorno fa, eravamo in milioni a volerlo incontrare…mi chiedo quale politico, quale cantante, quale star del cinema o dello sport sia in grado di radunare un simile numero di persone. La risposta non c’è, perché solo Dio può farlo. Nella notte della veglia ho visto compiersi miracoli davanti ai miei occhi: cuori che si convertivano, lacci che finalmente si scioglievano in pianti che avevano il sapore della liberazione e della gioia vera, quella donata dalla Grazia del tocco di Dio. Davvero un’esperienza unica e indimenticabile.

Comunicazione pubblica della Chiesa nelle controversie: Catholic Voices Italia al seminario dell’Arcidiocesi di Milano

IMG_0149

Come conviene comunicare sui temi controversi per lasciarsi alle spalle divisioni e incomprensioni, impostando piuttosto – pur nel rispetto delle differenti posizioni – un dialogo improntato al bene comune? La sfida, che racchiude la mission di Catholic Voices è più che mai attuale su tutta una serie di temi del dibattito pubblico ed è ciò che chi “comunica” la Chiesa si trova ad affrontare ormai quotidianamente.
Catholic Voices Italia ha potuto proporre la propria esperienza in merito – basata da un lato su un approccio positivo e costruttivo con i Media, dall’altro sul metodo del reframing – a un gruppo formato dai responsabili degli Uffici comunicazioni sociali delle Diocesi della Lombardia e dai loro più stretti collaboratori, che su iniziativa dell’Arcidiocesi di Milano, hanno partecipato a una due giorni di approfondimento e confronto sulle tematiche della comunicazione. Il seminario, svoltosi il 16 e 17 giugno presso il Centro pastorale ambrosiano di Seveso e coordinato da don Davide Milani (responsabile della comunicazione dell’Arcidiocesi di Milano e presidente della Fondazione Ente dello Spettacolo), ha preso le mosse dalla considerazione che l’ingresso delle tecnologie digitali nell’universo della comunicazione (personale e mediatica) stia generando un’impressionante evoluzione, che non solo sta modificando impostazione e natura dei mass media, ma sta anche interferendo nella vita delle persone e nella società.
La fondatrice di Catholic Voices Italia, Martina Pastorelli, ha spiegato come i cattolici possano e debbano inserirsi in questo flusso comunicativo con una testimonianza convincente che aiuti a far capire il senso dell’impegno della Chiesa per il bene comune e ad allargare la prospettiva morale sulle problematiche in campo. Anche attraverso esempi concreti ed esercizi pratici di reframing, i partecipanti hanno potuto sperimentare direttamente l’efficacia del metodo che permette di riaprire un dialogo con tutti su temi che sono di tutti, perchè profondamente umani.

#neldialogo

I 10 principi di Catholic Voices

Multimedia

Il libro

Il manuale pratico che insegna ai cattolici come diventare comunicatori efficaci e convincenti della propria fede.

leggi di più...

Che cos’è Catholic Voices Italia?

Sfoglia la nostra presentazione elettronica

SEGUICI SU TWITTER

SEGUICI SU FACEBOOK